Charlotte Wilson: My Fitness Journey

**** AVVERTENZA TRIGGER ****

E * ting d * sorders, s * lf harm, d * pression. 

Il mio viaggio nel fitness è stato letteralmente sulle montagne russe. Tre anni fa, non potevo fare esercizio o guardare le informazioni nutrizionali sui pacchetti di cibo senza timore di ricominciare la restrizione, l'abbuffata, sul ciclo di esercizio. Ma ora, mi sento a mio agio nel tenere traccia dei miei macro, mi alleno cinque giorni alla settimana e lo faccio principalmente per alleviare la mente, scrivo articoli su fitness e nutrizione e sto cercando di qualificarmi come personal trainer entro questo periodo il prossimo anno. 

Ma torniamo all'inizio. 

Da bambino ero molto attivo. Ho fatto ginnastica, calcio, tocco rugby e, il mio sport principale, l'equitazione. A questo punto vivevamo in una piccola città nella campagna inglese e avevamo un grande giardino, il che significava che trascorrevo la maggior parte dei miei primi anni a giocare all'aperto, andando in bicicletta, colpendo palloni contro un muro o correndo con un pallone da calcio. Per la maggior parte da bambino non ero a conoscenza di peso o perdita di peso. Avevo un grande appetito e ho mangiato quello che volevo e mi sono mosso come volevo. 

Ma, quando avevo circa sette anni, ho fatto il primo commento sul mio peso. Ora, non ero affatto un bambino paffuto, ma questo non ha impedito a una ragazza della mia classe di dire; "Hai le gambe grandi che significa che sei grasso!"

Quando ci penso, è stato probabilmente questo commento che ha causato tutti i problemi che ho avuto con le mie gambe più avanti nella vita, ma come un bambino di sette anni che era abbastanza fiducioso l'ho spazzolato via. Sono abbastanza sicuro di aver persino detto che è un muscolo da equitazione. Ma questo è stato un commento che è rimasto con me per tutta la vita. La prima volta che mi sono vergognato del corpo, avevo sette anni. 

Ho continuato a vivere uno stile di vita attivo nei miei anni preadolescenti. A dodici anni ho iniziato a fare atletica leggera e corsa campestre. Mi allenavo due o tre volte a settimana e talvolta andavo anche io a correre per conto mio. L'ho adorato. 

Ma questo è stato quando ho iniziato a sentirmi un po 'più consapevole del mio corpo. Non al punto in cui volevo fare qualcosa in modo massiccio, ma mi sarei paragonato alle altre ragazze che avevano corpi naturalmente molto atletici. Non ho e non ho mai avuto un fisico particolarmente atletico, sono naturalmente abbastanza formosa con una metà inferiore più grande e una vita più piccola. Ricordo di essermi agitata perché le mie cosce si sfregavano quando correvo, il che mi avrebbe causato dolore, ma nessuna delle altre ragazze aveva quel problema perché le loro cosce non si toccavano. Tuttavia, a questo punto non ho provato a perdere peso. 

Dopo aver fatto atletica leggera per circa un anno ho avuto un infortunio alla caviglia. Ho allungato il legamento calcanofibolare, che corre lungo la parte esterna della caviglia. Questo mi ha impedito di fare sport per oltre un anno. È stato durante questo periodo che ho iniziato a odiare il mio corpo. Avevo quattordici anni a questo punto e tutto quello che ricordo di quest'anno è che mi sentivo così insicuro del mio corpo. Questo è stato anche l'anno in cui ho iniziato a combattere la depressione e, a sua volta, l'autolesionismo. Ero ossessionato dagli One Direction a questa età e per questo ho iniziato a diventare ossessionato dalla moda delle loro ragazze. La mia ossessione per ragazze come Eleanor Calder mi ha portato a diventare ossessionato dall'avere un divario tra le cosce. Ogni giorno mi guardavo allo specchio e aprivo le mie cosce con le mani per immaginare come sarei stato con uno. Ogni vestito che indossavo pensavo: "sarebbe molto meglio se avessi un divario tra le cosce". 

Questo desiderio di una distanza tra le cosce, che in realtà è un obiettivo del tutto irraggiungibile per la maggior parte delle donne in quanto in gran parte creato dalla struttura ossea piuttosto che essere al di sotto di una certa percentuale di grasso corporeo, è ciò che mi ha fatto ricominciare a fare esercizio, quando ero ancora infortunato. Da tutti i blog di Tumblr che avevo visto sull'avere un divario tra le cosce ho scoperto gli allenamenti Blogilates come "Call Me Forse Squat Challenge" e "Drive By Inner Thigh Challenge". Ero convinto che se avessi fatto questi video più volte al giorno avrei avuto un divario tra le cosce. È stato quando ero nel posto che mio padre ha trovato un lavoro dall'altra parte del paese, quindi tutta la mia famiglia ha preso e si è trasferita. Durante il trasloco ho continuato ad essere ossessionato da questi video di allenamento e ho guadagnato un divario tra le cosce. 

Una volta che ho iniziato nella mia nuova scuola, è stato allora che i miei problemi di immagine corporea sono peggiorati. 

Ricordo che ogni sera prima di andare a letto cercavo su Google "come perdere 10 libbre in una settimana", "come perdere peso velocemente" e "consigli per dimagrire". Niente mi ha mai detto di fare esercizio e muovermi di più per creare un deficit calorico. Invece Internet mi ha insegnato a bere pinte d'acqua prima di ogni pasto in modo da non mangiare così tanto, sedermi a lezione e stringere gli addominali in modo da fare un allenamento di base, battere i piedi in modo da bruciare più calorie e, ovviamente , limitare gli alimenti che sono "cattivi" per te (ad esempio torte, biscotti, patatine). E ovviamente io essendo un quindicenne che odiava il mio corpo ho fatto tutte queste cose, ma per ogni giorno di restrizione seguiva una notte di abbuffate. 

Una quantità stimata di 2,8 milioni di persone negli Stati Uniti e il 22% degli 1,25 milioni nel Regno Unito con un disturbo alimentare soffre di alimentazione incontrollata. Il beat di beneficenza afferma che "il disturbo da alimentazione incontrollata è una grave malattia mentale in cui le persone sperimentano una perdita di controllo e mangiano regolarmente grandi quantità di cibo". È significativo che l'abbuffata sia un'esperienza angosciante che coinvolge anche sentimenti ed emozioni negative, non si tratta semplicemente di mangiare grandi porzioni o molti snack. 

Questo ciclo di limitazione, abbuffate e esercizio eccessivo è durato un paio di anni. Era una cosa a intermittenza, sicuramente non ero restrittiva tutto l'anno, arrivava a raffiche, tuttavia i sentimenti negativi verso il mio corpo erano ancora lì. Ricordo l'ultima volta che è successo, però, la famiglia aveva fatto commenti sul mio peso che mi aveva portato a limitarmi e poi quella notte ho avuto un'abbuffata enorme che mi ha portato ad autolesionismo a causa dei pensieri negativi che avevo su me stesso dopo abbuffata. Fino ad oggi non so come sono uscito da questo ciclo e ho cambiato il mio atteggiamento. Ho smesso del tutto di fare esercizio, non pensavo più al cibo, mangiavo solo quello che mi piaceva. Ho anche iniziato a demonizzare l'esercizio e l'ho visto come ciò che mi ha sempre portato nel luogo oscuro dell'abbuffarsi e del farmi del male. 

In questo periodo ho iniziato a sentirmi molto neutrale riguardo al mio corpo, ricordo alcune volte che andavo a correre con gli amici ma non era mai per perdere peso e avevo iniziato ad allontanarmi dall'esercizio demonizzante. Ma durante il mio primo anno all'università ho scoperto Grace Beverly, che allora era conosciuta come GraceFitUK. Sono diventato ossessionato. Aveva un corpo che già somigliava al mio e faceva questo nuovo tipo di esercizio che non avevo mai visto fare a una donna: l'allenamento con i pesi. Immediatamente ho ottenuto un abbonamento a una palestra, ho comprato tutte le guide di Grace e due bande di bottino. Mi sono subito innamorato del sollevamento. È stato molto più divertente del cardio per me. Non ho dovuto passare ore a fare una cosa, ho fatto qualcosa per tre set e poi sono passato a qualcosa di nuovo. 

Tuttavia, ero estremamente incoerente con la palestra. L'ho colpito due volte al mese al massimo nel primo anno. Ma quando ho finito quell'anno di università avevo già deciso che volevo diventare più sano. Ho decisamente messo i quindici delle matricole. E anche se non mi sentivo a disagio nel mio corpo, odiavo il fatto di essere senza fiato salendo le scale e non potevo continuare a camminare. Quindi, dopo una rottura, ho deciso che sarebbe stato meglio stare bene. Ho acquistato un Fitbit, creato un file Instagram, mi sono impegnato nel Shreddy home guide e ha adottato l'approccio 80/20 alla nutrizione. Il mio allenamento era un misto di pesi e allenamento di resistenza ed è diventato rapidamente il momento clou della mia giornata. Quell'estate ho perso 20 libbre e quando sono tornato all'università sono entrato in palestra. 

Anche in questo caso, nel secondo anno ero molto incoerente con la palestra, questa volta ci andavo almeno una volta a settimana ma nella prima parte del secondo semestre mi sono praticamente fermato. Ho mantenuto la maggior parte della mia perdita di peso, ma da gennaio a marzo 2020 ho guadagnato 10 libbre. Due settimane prima che iniziasse il blocco ho deciso che volevo tornare in palestra, avevo passato gli ultimi due mesi a fare festa senza sosta, bevevo tutte le sere della settimana alle feste e andavo in discoteca almeno due volte a settimana per l'ultima due mesi e l'ho superato. Ma poi è arrivata la corona, le palestre sono state chiuse e mi sono trasferito a casa. 

Poiché avevo già iniziato a provare a tornare in palestra, ho naturalmente continuato a fare esercizio a casa. Prima della chiusura avevo anche incontrato un ragazzo e stavamo uscendo insieme, lo chiameremo Bob ai fini di questo articolo. Non sapevo quando ho incontrato Bob per la prima volta, ma in realtà era molto interessato al fitness ed era un personal trainer qualificato. Quando ho iniziato a fare più esercizio a casa e con la crescita del mio rapporto con Bob, ha iniziato a insegnarmi sempre di più sul fitness. Ho imparato perché le proteine erano importanti quando cercavi di perdere peso non solo quando cercavi di guadagnare, la forma corretta di uno squat e molto altro ancora. Più mi sono innamorato di Bob più mi sono innamorato dell'allenamento con i pesi e di me stesso. Per la prima volta, con l'aiuto di Bob, ho smesso di preoccuparmi dell'obiettivo finale e mi sono goduto il processo. Sono riuscito a raggiungere il mio obiettivo di perdita di peso quando le palestre hanno aperto a luglio, quando ho iniziato il mio primo bulk. Il bulking è stata finora la parte migliore del mio percorso di fitness. Grazie a Bob ho la sicurezza che non avevo prima per sollevare pesi e mi sento così follemente a mio agio nella sezione pesi. La palestra è diventata il mio luogo felice e la conoscenza che Bob mi ha dato è ciò che mi ha fatto decidere di voler diventare un personal trainer una volta laureato. 

Da quando sono tornato all'università sono stato il più coerente con la palestra di sempre, ci vado quattro o cinque giorni alla settimana a seconda del mio programma ed è sempre il momento clou della mia giornata. Ovviamente, neanche il mio viaggio nel fitness ora è finito, il mio piano ora è quello di diventare il più forte possibile e continuare a godermi il fitness e l'esercizio il più possibile.

Il cambiamento di mentalità che ho avuto mi lascia ancora a bocca aperta. Il fatto che ora sto mangiando così tanto cibo e sto attivamente cercando di aumentare di peso è qualcosa che non avrei mai pensato che sarebbe successo. Invece di essere ossessionato dagli spazi tra le cosce, sono ossessionato dal sollevamento di pesi pesanti. Non ho paura di diventare "ingombrante". Mi piace solo essere forte. Non più che mai mi alleno per farmi sentire mentalmente bene piuttosto che per perdere peso. 

Quindi se stai leggendo questo e hai un rapporto danneggiato con il cibo e l'esercizio, c'è speranza, se posso farlo anche tu. 

Più come questo

Circa l'autore

Charlotte Wilson
Charlotte Wilsonhttps://squatsandsustainable.wixsite.com/squatssustainsbility
Mi chiamo Charlotte Wilson e sono una scrittrice specializzata in fitness e nutrizione. Sono estremamente appassionato di entrambe queste cose a causa di esperienze personali. Ho avuto un significativo percorso di perdita di peso che mi ha anche aiutato a costruire un rapporto sano con il cibo e l'esercizio, che è qualcosa che ora intendo condividere attraverso la mia scrittura. Voglio che i miei articoli aiutino gli altri a costruire un rapporto sano con il cibo e l'esercizio fisico e ad allontanarsi dalla dieta yo-yo, dalle mode dietetiche e dall'esercizio insostenibile. Sono un grande sostenitore nel mangiare cibo per alimentarti che ti piace, ma assicurandomi che sia ancora nutriente e facendo esercizio che ti faccia sentire bene fisicamente e mentalmente.

Ultimo

Più come questo